Ansia da primo appuntamento: prendi una valeriana!

Redazione 11 ottobre 2016 0
Ansia da primo appuntamento: prendi una valeriana!

“Finalmente il primo appuntamento!”.
Quando sta per succedere, questo è il nostro primo pensiero.

Ma il secondo e più insistente pensiero?

Immediatamente dopo la gioia, potremmo essere assaliti dall’ansia.

La prima uscita può innescare sentimenti di piacere tanto quanto sensazioni negative del tutto comprensibili. Più diamo voce a queste paure, più compromettiamo la nostra spontaneità e l’opportunità di farci conoscere per quello che siamo. L’ansia legata all’insicurezza, può variare da persona a persona, anche se di base, uomini e donne hanno gli stessi timori.

Come sconfiggere questa sensazione che si affaccia tra la gola e lo stomaco? Gli esperti dicono che il modo più efficace per superarla è nel costruire le nostre competenze emotive con l’esperienza. Pertanto, ritrovarci in situazioni di difficoltà – o addirittura crearle – ci darà più forza e sicurezza.

Un aiuto naturale per la nostra “terapia d’urto” è la pianta di valeriana, i cui principi attivi interagiscono con il Sistema Nervoso dell’uomo regolando lo stato di calma e di quiete. Valeriana Dispert® è una compagna affidabile per ogni situazione di stress e nervosismo. Queste compresse, infatti, sono preparate con una tecnica che consente una corretta costante concentrazione di sostanza attiva.

Inoltre, teniamo a mente anche qualche piccolo suggerimento che potrebbe fare la differenza:

  • “O la va o la spacca”. Partire con il motto giusto è un ottimo punto di partenza. Ricordiamoci che se qualcosa va storto non è una catastrofe e non è detto che sia irrecuperabile.
  • Ascoltiamo. Non meditiamo su di noi, su cosa stiamo dicendo o facendo: un appuntamento è l’opportunità per conoscere una nuova persona e capire se fa davvero al caso nostro.
  • Spontaneità modalità “on”. Vietato pianificare: la realtà non è mai esattamente come la pianifichiamo; il rischio è di avere l’impressione di non avere tutto sotto controllo, mettendoci inutilmente in ansia.
  • Evitare la perfezione. La perfezione è una caratteristica soggettiva e mettersi in gioco implica anche qualche errore. Senza contare che seppellire la nostra unicità può essere controproducente.

Quindi al prossimo incontro romantico – e non solo – ricordiamoci di non concentrarci troppo sulle nostre paure, prendiamo una valeriana e soprattutto, divertiamoci!

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.