Combattere gli acari in modo naturale

Redazione 27 settembre 2010 0

Gli acari della polvere sonola principale causa di allergie. Sono molto resistenti, perciò per combatterli è necessario adottare alcuni accorgimenti, ed usare prodotti specifici. Uno di questi è il bicarbonato, un rimedio naturale e molto efficace.

Gli acari della polvere (Dermatophagoides) sono la principale causa di allergie domestiche. Questi parassiti simili a minuscoli ragni, invisibili a occhio nudo (circa 0,2 mm), si nutrono essenzialmente di piccoli frammenti di pelle umana e, pertanto, si annidano nei luoghi della casa dove trovano più facilmente il cibo, come tappeti, moquette, poltrone, materassi e cuscini.

Sono del tutto innocui, ma le loro feci possono provocare – in soggetti allergici – effetti fastidiosi quali rinite, congiuntivite, eczema, tosse e addirittura asma.
Gli acari della polvere vivono e si riproducono bene in ambienti caldi e umidi e non sopravvivono ad altezze superiori ai 2000 metri.
I sintomi si presentano soprattutto nel periodo autunnale e invernale, quando si creano le condizioni ideali per la loro riproduzione.
L’unica strategia per prevenire i fenomeni allergici è quella di ridurre il numero di acari presenti in casa, creando un ambiente non idoneo alla loro sopravvivenza, in particolare nelle camere da letto.
Come fare:

  • Arieggiare sempre molto bene la casa e non mantenerla troppo calda (max 20°C) né umida (max 40-50%). Se necessario si può fare ricorso a un deumidificatore.
  • Arredare le camere da letto con mobili semplici che possano essere facilmente puliti a fondo. Eliminare materassi e cuscini imbottiti di materiali naturali, sostituendoli con quelli in lattice e foderarli in ogni caso con appositi rivestimenti impermeabili.
  • Lavare spesso coperte e lenzuola in lavatrice ad almeno 55° (il lavaggio a secco sembra non avere efficacia contro gli acari).
  • Eliminare i peluche dalle camerette dei bambini.
  • Evitare le tende o, almeno, lavarle ogni settimana.
  • Utilizzare per le pulizie della casa un aspirapolvere dotato di apposito microfiltro anti-acari (chiamato HEPA). Anche la pulizia con apparecchi a vapore si è dimostrata efficace.

In commercio esistono prodotti anti-acaro in polvere, schiuma o spray a base di permetrina che svolgono una funzione insetticida e possono essere utilizzati per trattare oggetti difficili da lavare o da pulire a fondo (moquette, poltrone e divani, ecc.).
Recenti studi hanno però dimostrato che, per contrastare l’acaro della polvere, è efficace anche un prodotto naturale, non tossico o irritante per l’uomo come il bicarbonato di sodio, in quanto i suoi cristalli hanno un’azione inibente sullo sviluppo di questi parassiti.
Spargendo 3-4 cucchiai di bicarbonato in polvere ad esempio su un tappeto, si ottiene una eliminazione totale degli acari in circa 2 ore. È sufficiente passare poi l’aspirapolvere per eliminare il prodotto: gli eventuali cristalli rimasti nelle fibre del tessuto serviranno a contrastare lo sviluppo degli acari fino alla successiva pulizia. È stato inoltre provato che il bicarbonato non si limita ad abbassare il numero degli acari, ma ne riduce considerevolmente anche le uova.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.