Disfunzione erettile: l’8% degli under 50 ne soffre

Redazione 24 aprile 2017 0
Disfunzione erettile: l’8% degli under 50 ne soffre

La disfunzione erettile è un disturbo in costante crescita che non risparmia nemmeno i maschi più giovani, ma sono in pochi ad ammettere di soffrire di questo problema.

Secondo l’indagine Il tempo degli uomini realizzata con il contributo non condizionante di IBSA Italia per il Corriere della Sera, circa il 41% degli uomini intervistati nega di avere mai avuto problemi di erezione, eppure i dati sembrano dire il contrario. In occasione del Congresso nazionale dell’Associazione Andrologi Italiani (Assai), è stato presentato uno studio che mostra come in Italia circa l’8% dei maschi di età compresa tra i 31 e i 50 anni soffra di disfunzione erettile. Un dato che raggiunge il 18% se si prendono in considerazione uomini tra i 51 e i 68 anni.

Una condizione che porta di conseguenza ad una crescita dell’insoddisfazione sessuale da parte delle donne: più di un terzo si ritiene non appagata dal proprio partner (nell’8% dei casi per le più giovani e nel 36% per le donne che hanno superato la soglia dei 50 anni).

L’Assai ha rilevato questi numeri grazie ad una serie di interviste fatte a 4mila uomini e a 1440 donne negli ambulatori di medicina generale e multi-specialistici del nostro Paese. Si tratta di una ricerca che, come ha dichiarato Aldo Franco De RosePresidente dell’Assai -, ha voluto indagare sui “fattori di rischio e quando iniziano a produrre quei danni che poi saranno alla base dei disturbi sessuali maschili”.

Quali sono le cause della disfunzione erettile?

Oltre ad una serie di patologie come diabete, Alzheimer, Parkinson, varicocele, ipogonadismo e insufficienza renale, i ricercatori parlano di cattivi stili di vita che favoriscono l’insorgenza di problemi sessuali. Tre italiani su dieci infatti tendono ad avere una vita sedentaria, una cattiva alimentazione e fanno uso di alcol e fumo: abitudini che sono spesso all’origine di infezioni croniche alla prostata e potenziali fattori di rischio di cancro della prostata.

Lo stesso Presidente dell’Assai avverte che, “le infiammazioni della prostata oggi rappresentano un vero fattore di rischio per il tumore. Infatti lo stimolo irritativo dell’infiammazione cronica e la presenza di ipercolesterolemia sono parametri spesso riscontrati in chi presenta un cancro alla prostata. Naturalmente la compresenza di questi fattori dismetabolici con fumo e alcol provoca una impennata dei disturbi sessuali, come il deficit erettivo che raggiunge il 18%”.

Come combattere la disfunzione erettile?

Rabestrom, detto anche “francobollo dell’amore”, è il nuovo prodotto che sarà presto disponibile sul mercato e che favorirà l’attività sessuale di ogni uomo in totale sicurezza. A base di Sildenafil, Rabestrom è una piccola pellicola rettangolare con dosaggi da 25, 50, 75 e 100mg che si scioglie in bocca e rilascia l’effetto dopo circa mezz’ora. La quantità del principio attivo verrà suggerita dal proprio medico, ma la pluralità dei dosaggi disponibili permette di modulare il prodotto per ogni tipologia di disfunzione erettile. Un prodotto pratico da usare che a differenza delle classiche “pillole” non deve essere preso con acqua e la sua assunzione è indipendente dai pasti.

Presto in farmacia, Rabestrom promette quindi il ritorno di una vita sessuale appagante per lui, ma anche per lei.

 

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.