Le prime “domande”

E’ normale che i bambini pongano domande sulle funzioni del corpo. Essi non sono in grado di comprendere il concetto di procreazione; essi credono che i bambini sono sempre esistiti da qualche parte. La domanda, quindi, ”da dove vengono i bambini?” deve essere presa alla lettera. I bambini, quando diventano un poco più grandi, iniziano ad attribuire la nascita di un bambino a una qualche causa, anche se i loro pensieri sono “magici” e riempiti di collegamenti illogici. Le loro domande possono essere meccanicistiche, come, per esempio, “Come sono fatti i bambini?”, “Come si sente che si è nati?” o “Posso guardare te e papà mentre fate un bambino?”.
Le domande e i comportamenti innocenti, ingenui e imbarazzanti di un bambino di 3-5 anni devono essere gestiti in maniera delicata e rispettosa. I genitori devono essere incoraggiati a considerare queste situazioni non come buone o cattive ma, piuttosto, come appropriate o inappropriate, in funzione del momento, del luogo o della persona.

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.