Lo sviluppo della sessualità

I caratteri biologici della sessualità hanno inizio al concepimento, quando si determina il sesso genetico del bambino. Sulla base di questo, il bambino (maschio o femmina) incomincia a essere esposto a differenti aspettative sociali e, influenzato dagli atteggiamenti verso il suo ruolo sessuale, inizia a identificarsi attivamente con gli altri che appartengono al suo stesso sesso. L’apprendimento dell’identità sessuale, da parte sia dei maschi sia delle femmine, avviene a circa tre anni. Il bambino sviluppa i fondamenti del suo ruolo sessuale attraverso la percezione delle differenze nei ruoli sociali basati sul sesso e dando valore alle cose che gli sono simili. L’identità sessuale è una caratteristica fissa. D’altra parte, i ruoli sessuali, maschile o femminile, possono essere trascesi e bambini e adulti possono basare il loro comportamento su esperienze, interessi e capacità personalmente significative.
Durante la prima infanzia, i bambini incominciano ad apprendere il piacere derivante dall’essere toccati. Quando i genitori non tengono tra le braccia il bambino, o quest’atto è associato a sensazioni sgradevoli, il bambino può non apprendere il piacere del contatto fisico e ad affrontarlo senza problemi. I lattanti normalmente cercano ed esplorano i propri genitali e provano piacere nel toccarli. Le reazioni dei genitori al fatto che il bambino si tocca i genitali può influenzare la formazione delle attitudini associate all’autoerotismo e con i genitali.
Lo sviluppo del linguaggio espressivo, che progredisce rapidamente tra i 18 e i 36 mesi, è un periodo di grande apprendimento sessuale. Il bambino indica le parti del corpo e apprende le loro funzioni, insieme con gli effetti legati alle parole. Durante questo stadio il bambino inizia anche a controllare gli sfinteri. I bambini provano piacere quando urinano o defecano e, quindi, l’educazione all’uso della toilette, compresa l’esplorazione delle feci, delle urine o della tazza del water, rappresenta una parte della scoperta del loro corpo. Le reazioni dei genitori a queste esplorazioni possono influenzare l’atteggiamento dei bambini nei confronti delle funzioni corporee.
I bambini, in questo periodo, iniziano a essere impegnati nell’esplorazione reciproca, di solito con i fratelli e i coetanei, anche se prendono accuratamente nota dell’anatomia e del comportamento dei loro genitori. Pongono domande sulle ragioni della presenza dei genitali e su altri misteri, come il loro ombelico. All’interno delle famiglie iniziano a essere sollevati argomenti sessuali sociali. La comunicazione genitore-bambino deve confrontarsi molto precocemente con la sessualità, poiché molti dei primi interessi del bambino riguardano parti e funzioni del corpo. I genitori hanno in genere necessità di essere consigliati su problemi come la nudità e quando è necessario essere vestiti, sulla separazione delle camere da letto e sulla loro privacy sessuale.

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.