Piramide latinoamericana

L’attuale piramide latinoamericana risente dei due distinti periodi storici nell’evoluzione culinaria dei popoli sudamericani. Il primo è caratterizzato dall’alimentazione delle tre popolazioni indige-ne, gli Aztechi, gli Inca e i Maya.
Questi popoli avevano un’alimentazione principalmente basata su frutta e verdura come la zucca, l’arachide, il peperoncino, il pomodoro e il cacao, insieme a tuberi di vario tipo e ad un’ampia varietà di legumi.
Il cereale d’elezione era il mais accompagnato da altre specie ricchissime di vitamine come la quinoa. Questi popoli conoscevano pochi animali d’allevamento: il “porcellino delle Ande”, una varietà di cavia, l’alpaca, il lama e il guanaco e, lungo le coste, anche il pesce e i crostacei. Dopo la scoperta dell’America, gli spagnoli portarono il loro contri-buto all’alimentazione, importando poi in Europa cibi fino ad allora sconosciuti come la patata e il pomodoro.

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.