Avere un sorriso splendente: 10 cibi che i tuoi denti devono temere

Redazione 28 agosto 2015 0
Avere un sorriso splendente: 10 cibi che i tuoi denti devono temere

Avere denti bianchi, brillanti e sani è il sogno di ognuno di noi, ma per avere un sorriso perfetto è necessario prenderci cura dei nostri denti giorno per giorno.

I risultati di una corretta igiene dentale possono essere ancora più evidenti prestando attenzione a quello che mangiamo: alcuni cibi tendono infatti a favorire la formazione delle macchie andando così ad intaccare lo smalto dei nostri denti.

Ecco dunque alcuni alimenti che possono mettere a rischio la bellezza della nostra bocca:

1) Vino rosso. L’elevata acidità e il colore intenso di questa bevanda che molti di noi amano consumare durante i pasti, corrodono lo smalto dei denti. Le particelle che formano i sedimenti che si trovano nel vino rosso infatti, tendono a penetrare nei pori del dente.

2) Caffè nero. Chi di noi non ama prendere del buon caffè per mantenersi sveglio o semplicemente per accompagnare una pausa dagli affanni della giornata? Eppure bisogna fare attenzione perché assumere caffè non è sconsigliato, ma meglio se con l’aggiunta di un po’ di latte per alleggerirne la tonalità. Secondo gli esperti infatti il colore scuro non solo tende a macchiare i denti, ma questa bevanda può anche essere fonte di disidratazione della bocca riducendo così la saliva che tende a “pulire” le macchie.

3) Mirtilli. I frutti rossi come i mirtilli sono noti per le loro benefiche proprietà antiossidanti e nutritive. E’ il colore scuro di queste bacche a minacciare il colore bianco perlato dei nostri denti: accompagnare quindi i mirtilli con dello yogurt può essere d’aiuto per ridurre al minimo il rischio di danneggiare il nostro smalto dentale.

4) Barbabietole. Ancora una volta è il colore intenso a rappresentare un problema. Attenzione a non consumarne grandi quantità.

5) Salsa di pomodoro. Si tratta di un alimento acido che rende i denti sensibili alle macchie. Il trucco è aggiungere al sugo verdure come broccoli o spinaci che serviranno da barriera protettiva e contribuiranno a diminuire le possibilità di colorazione.

6) Cetrioli sott’aceto. Rientrano nei cibi altamente acidi, per questo è meglio limitare il loro consumo e prestare particolare attenzione alla pulizia dei denti dopo averli mangiati.

7) Carboidrati raffinati. Crackers, biscotti, pane bianco e altri prodotti alimentari trasformati, specialmente quelli che si tingono di colore giallo o arancione tendono a macchiare i denti. Spuntini elaborati inoltre contengono molto zucchero che, se rimane sui denti per troppo tempo, può portare all’insorgenza della carie.

8) . Questa bevanda contiene acidi tannici, sostanze chimiche di origine vegetale che lasciano una colorazione sullo smalto dei denti. Se non si vuole però rinunciare alla quotidiana tazza di tè è meglio sceglierne uno più alcalino come quello verde.

9) Salsa di soia. E’ il colore scuro a rappresentare il nemico numero uno dei nostri denti. Meglio optare invece per il wasabi che con i suoi isotiocianati (le particelle che lo rendono piccante) inibisce la crescita dei batteri che provocano la carie.

10) Curry. La polvere di questa spezia si attacca sui denti e può portare ad un cambiamento della superficie dentinale.

Accanto a questi utili consigli la prevenzione dentale effettuata periodicamente dal dentista di fiducia rimane il metodo più efficace per salvaguardare la bellezza del nostro sorriso. La prima visita gratuita messa a disposizione delle cliniche dentistiche Doctor Dentist, che si avvalgono di figure specializzate e materiali all’avanguardia, può essere un valido punto di partenza per proteggere e prenderci cura nella maniera corretta dei nostri denti.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.