I consigli per combattere il caldo e gli altri nemici del sonno estivo

Redazione 29 luglio 2015 0
I consigli per combattere il caldo e gli altri nemici del sonno estivo

L’estate, purtroppo, non è solo sinonimo di vacanza e di relax. Durante il periodo estivo infatti, aumentano i fattori che mettono a dura prova il nostro sonno e peggiorano la condizione di chi già normalmente fa fatica a dormire bene e ad addormentarsi.

Il caldo e l’afa sono i principali nemici che ci costringono a stare svegli la notte, ma non sono i soli.

Di seguito troviamo alcuni elementi che rappresentano una “minaccia” per quella che viene definita una corretta “igiene del sonno”:

1) l’irregolarità con cui siamo soliti andare a letto la sera e alzarci al mattino: durante l’estate tendiamo a non avere un ritmo routinario, ci svegliamo e andiamo a letto senza seguire orari prestabiliti come invece raccomandano le regole del buon riposo notturno;

2) l’aumento delle attività ludiche e sportive, che spesso pratichiamo anche dopo cena, contribuisce a rendere ancora più difficile lo spegnimento dei centri che regolano la veglia. Un consiglio? Praticare tali attività nelle ore fresche, al mattino;

3) i rumori più intensi;

4) la luce solare che si protrae anche nelle prime ore serali e inibisce il rilascio di melatonina;

4) l’umidità può rendere difficoltosa la respirazione e quindi favorire i risvegli notturni;

5) le cene abbondanti, magari a base di cibi piccanti e alcool, possono ulteriormente accaldarci e complicare la nostra digestione.

È bene dunque adottare il più possibile delle buone abitudini, ma può non bastare: se occorre un ulteriore aiuto, l’utilizzo della melatonina può rivelarsi un modo sicuro per contrastare l’insonnia estiva.  La Melatonina Dispert infatti rilassa la muscolatura e rende più facile il buon riposo aiutando a ritrovare il sonno perduto, regolarizzando il nostro ciclo sonno-veglia.

Risultati che vengono confermati anche da un recente studio condotto dalla Capital Medical University di Pechino e pubblicato su Critical Care secondo il quale l’efficacia e la tollerabilità della melatonina è maggiore rispetto alla somministrazione di placebo come tappi per le orecchie e mascherine per gli occhi.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.