La “sorveglianza attiva” sul tumore della prostata può evitare terapie invasive

Redazione 2 settembre 2016 0
La “sorveglianza attiva” sul tumore della prostata può evitare terapie invasive

In Italia sono circa 10mila i pazienti che ogni anno vengono colpiti da una forma di tumore alla prostata di dimensioni ridotte e poco aggressiva. In questi casi, avvertono gli esperti, potrebbe essere sufficiente ricorrere a quella che viene chiamata “sorveglianza attiva”, un monitoraggio costante della malattia. In questo modo è possibile evitare di ricorrere a interventi e terapie eccessivamente invasive.

Il carcinoma prostatico rappresenta la forma di tumore più diffusa tra gli uomini italiani e dei 35.000 nuovi casi rilevati nel 2015 circa il 40% riporta forme tumorali sulle quali è possibile intervenire semplicemente tenendole sotto controllo. Diversamente, si raccomandano gli esperti, per i pazienti che presentano dimensioni importanti della patologia e con un’elevata aggressività biologica, è indispensabile ricorrere alle tradizionali terapie come chirurgia, radioterapia e brachiterapia.

Il vantaggio principale che deriva dalla sorveglianza attiva è l’assenza degli effetti collaterali che terapie particolarmente invasive possono esercitare sull’organismo del paziente.

La “sorveglianza attiva” rappresenta secondo diversi esperti un nuova opportunità che modifica l’approccio tradizionale che prevede quasi sempre un trattamento radicale dopo la diagnosi del tumore garantendo la possibilità di intervenire prontamente qualora la patologia dovesse aggravarsi.

Il requisito imprescindibile, sia durante il periodo di “sorveglianza attiva”, che in condizioni normali, se si è superata una certa fascia di età (50 anni) sono dunque i controlli periodici.

In questo quadro, Fondazione PRO con la sua Unità Mobile è da sempre in prima fila nell’offrire al cittadino screening gratuiti nelle principali piazze italiane grazie all’esperienza di un team di urologi.

Puoi sostenere Fondazione PRO – da sempre impegnata nel diffondere la cultura della prevenzione del carcinoma della prostata – e salvare la tua vita assieme a quella di molti altri uomini con una semplice donazione.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.