Malattie cardiovascolari: cosa mettere in tavola?

Redazione 14 giugno 2017 0
Malattie cardiovascolari: cosa mettere in tavola?

La prevenzione contro le malattie cardiovascolari acute e croniche parte dalla strada e prosegue sulle nostre tavole.

È infatti direttamente nelle strade che l’Associazione Onlus Dona la Vita con il Cuore fornisce un servizio gratuito di prevenzione per contrastare patologie di natura cardiaca grazie ad un ambulatorio specialistico itinerante.  Il servizio di volontariato è dedicato soprattutto alle persone che vivono ai margini della società e non hanno la possibilità di curarsi. In occasione delle Domeniche del Cuore l’Associazione mette a disposizione il Camion del Cuore, un vero e proprio ambulatorio mobile di cardiologia che consente al paziente un percorso diagnostico effettuato da più specialisti.

Oltre all’importanza di uno screening periodico, è necessario fare attenzione anche a ciò che si mangia, soprattutto se già in passato si è sofferto di un evento cardiaco. Se si vuole infatti scongiurare il riacutizzarsi di disturbi cardiovascolari, una delle prime raccomandazioni è mantenere un peso forma  ideale, frutto di una corretta alimentazione e attività fisica.

Sebbene ogni paziente abbia una sua storia clinica, esistono piccoli accorgimenti “da mettere in tavola” che possono aiutare a eliminare il rischio di ricadute.  Eccone alcuni:

mangiare poco e di frequente. Un unico pasto eccessivo rischia di appesantire il cuore poiché il sangue, impegnato nella digestione, non affluisce nella misura corretta al miocardio;

limitare il consumo di sodio contenuto nel sale;

– prediligere alimenti poco calorici;

mangiare cibi ricchi di vitamine e antiossidanti come verdura di stagione, legumi e cereali integrali che favoriscono l’eliminazione del sodio per via urinaria.

Di seguito una lista di cibi da eliminare dalla propria tavola:

– Burro, margarina, lardo, pancetta, latte intero e yogurt

– Alimenti sott’olio, in scatola, in salamoia, precotti o preconfezionati

– Insaccati

– Prodotti da forno confezionati (brioches, biscotti, pasticcini)

– Fritti

– Frutta ricca di zucchero (uva, fichi e cachi)

– Condimenti salati

– Bibite gassate

– Alcolici

Da consumarsi con moderazione: pane, crackers, grissini, taralli, pizza, carne rossa, mozzarella e uova.

Approvati invece:

– Latte e yogurt parzialmente scremati

– Pasta

– Pane integrale

– Legumi

– Carne bianca e pesce

– Prosciutto cotto, crudo e bresaola

– formaggi come stracchino, crescenza, mozzarella, ricotta e parmigiano

– verdure crude, cotte al vapore, al forno oppure lessate (asparagi, sedano, carciofi, radicchio, carote, patate, pomodori, lattuga, finocchi, indivia, peperoni, cavoli, cavolfiori, broccoli, piselli, cetrioli, cipolle)

– frutta di stagione senza buccia

Una serie di buone abitudini sulle nostre tavole che, insieme a controlli periodici, ci permettono di restare in forma. E’ possibile aiutare la preziosa attività quotidiana di prevenzione di Dona la Vita con il Cuore con una piccola donazione o diventando Amico del Cuore, contribuendo così a creare un servizio diagnostico sempre più preciso e affidabile.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.