Poliposi nasale e post-operatorio

Redazione 8 gennaio 2015 0
Poliposi nasale e post-operatorio

La poliposi nasale è una patologia infiammatoria cronica della mucosa nasale di cui si ignorano ancora le cause che colpisce tutto il distretto naso-sinusale, caratterizzata da ispessimento della mucosa nasale con sintomi quali ostruzione e difficoltà respiratoria, diminuzione dell’olfatto, cefalea.

Il Prof. Ignazio La Mantia, Direttore UOC Otorinolaringoiatria presso l’Ospedale di Acireale, (leggi l’intervista completa su Portaledellasalute.it) spiega che la presenza di polipi nasali è in grado di creare problemi all’intero apparato respiratorio (sinusiti, bronchiti, asma).

Le cause del problema non sono ancora ben chiare, ma la sua origine va ricercata nell’immunoflogosi, cioè nell’ipersensibilità delle mucose nasali in risposta a stimoli specifici.

Quando la poliposi determina un’ostruzione così importante da determinare uno stadio infiammatorio cronico con forme batteriche e complicanze di vario genere, diventa necessario provvedere a una “bonifica” tramite chirurgia endoscopica funzionale dei seni paranasali (FESS).
L’intervento è minimamente invasivo, ma la delicatezza e l’importanza dell’epitelio della mucosa nasale rendono necessaria una sua pronta guarigione per il benessere respiratorio del paziente.

A questo proposito, per accelerare i tempi di ripresa, è molto importante il ruolo svolto dalle nebulizzazioni di acido ialuronico ad alto peso molecolare 9 mg, con effetti di tipo cicatrizzante che portano a una vera e propria riparazione della mucosa e a un veloce recupero del danno causato dall’intervento.

Per approfondire: nasochiuso.com

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.