Protesi dentali: quali sono e come utilizzarle?

Redazione 29 giugno 2016 0
Protesi dentali: quali sono e come utilizzarle?

Con l’avanzare dell’età o per cause accidentali la nostra dentatura può indebolirsi e compromettersi dando origine al fenomeno della cosiddetta edentulia, ovvero la perdita parziale o totale dei denti. Diventa così indispensabile ripristinare quella era la condizione di salute originaria della nostra bocca, sia da un punto di vista funzionale (tornare ad avere una masticazione corretta), che da un lato puramente estetico.

Gli sviluppi nel campo delle protesi hanno permesso di trovare soluzioni innovative per i nostri denti e le cliniche dentistiche Doctor Dentist offrono un servizio in grado di unire la tecnologia più avanzata all’esperienza e alla professionalità degli specialisti.

Quando si decide di ricorrere all’utilizzo di una protesi ci si trova spesso di fronte ad una molteplicità di opzioni e la scelta, consigliata dai dentisti abilitati di Doctor Dentist, dipenderà dalle necessità e dalle esigenze del paziente.

Per fare maggiore chiarezza è bene distinguere prima di tutto le protesi fisse da quelle mobili. Nel primo caso si tratta di elementi dentari creati ad hoc con materiali definitivi e stabili che non sono removibili dal paziente (si tratta di faccette o corone che vengono impiegate nel caso in cui si debba sostituire un solo dente, oppure ponti quando invece i denti sono più di uno).

Al contrario, la protesi mobile è costruita in maniera tale da poter essere tolta. In questo modo si faciliterà l’igiene quotidiana evitando altresì il rischio di infiammazioni dovute alla pressione sulla mucosa.

In particolare, esistono diverse tipologie di protesi mobili:

A) totale (chiamata anche dentiera): viene utilizzata nel caso di mancanza totale dei denti di una o di entrambe le arcate. Si    caratterizza per una struttura di base in resina rosa sulla quale vengono montati i denti artificiali in resina.

   PRO:

   – più economica rispetto alla protesi fissa

   – più igienica

   CONTRO:

   – possibile insorgenza di dolore gengivale, stomatiti, riassorbimento osseo, instabilità della masticazione di alcuni cibi e fuoriuscita accidentale dal cavo orale

Tra le protesi mobili totali troviamo quella che viene chiamata in gergo specialistico overdenture, che viene posizionata su radici esistenti attraverso l’aggancio a due o più impianti. Si tratta di un’opzione più confortevole rispetto alla protesi totale tradizionale in quanto è più salda, non richiede l’utilizzo di paste adesive e riduce la possibilità di stomatiti.

B) parziale (chiamata anche scheletrato): viene utilizzata in caso di mancanza parziale dei denti ed è composta da denti artificiali fissati su una base in resina irrigidita da una struttura metallica che viene ancorata ad uno dei denti residui.

      PRO:

– buona stabilità

– possibilità di aggiungere altri denti in caso di successive perdite

CONTRO:

– possibile riassorbimento osseo

– rischio di insorgenza di carie, lesioni dei denti su cui è fissato e fastidi alla mucosa

In questa categoria rientra anche una nuova alternativa alla tradizionale protesi mobile: il nylon termoplastico che garantisce una maggiore qualità da un punto di vista estetico in quanto non contiene componenti metallici e lascia trasparire il colore naturale delle gengive.

Infine, qualche prezioso consiglio per una corretta igiene della nostra protesi:

1) evitare di introdurre grosse quantità di cibo, ma preferire piccole porzioni per volta;

2) pulire accuratamente la protesi dopo ogni pasto utilizzando prodotti specifici; spazzolando delicatamente con acqua fredda;

3) è bene immergerla ciclicamente in un bicchiere d’acqua con una pastiglia effervescente per eliminare a fondo eventuali residui;

4) effettuare almeno una volta all’anno una visita di controllo per un eventuale “ribasamento” che garantirà il ripristino dell’aderenza alle gengive.

 

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.