Vescica sempre in salute: cosa mangiare?

Redazione 31 marzo 2017 0
Vescica sempre in salute: cosa mangiare?

La vescica è un organo importante per il nostro corpo, che insieme ai reni e al fegato, lavora per l’espulsione delle sostanze di scarto dall’organismo. Certamente un buon motivo per prendersene cura. Cattive abitudini, stress e alimentazione possono mettere a dura prova le nostre vie urinarie.

E se “siamo quello che mangiamo”, il primo passo viene dalla tavola. Teniamo a mente due principi: “idratare” e “acidificare“.

Favorire la diuresi, oltre a stimolare l’idratazione dell’organismo, innesca la motilità intestinale, riducendo la proliferazione dei batteri fecali che sono una delle cause delle infezioni urinarie. Mentre un regime alimentare ricco di cibi acidificanti aiuta a diminuire il PH nelle urine, evitando la crescita di alcune specie di batteri e favorendo una minore adesione dei batteri alle pareti delle vie escretrici.

Numerosi studi hanno riscontrato effetti protettivi in alcune sostanze, quali acido ialuronico, condroitin solfato, quercetina e curcumina, non tutti disponibili sulla tavola. Per questo è necessario integrarli con Ialuril® Soft Gels: essi, insieme, creano una barriera protettiva sulle pareti della vescica in grado di aiutare il sistema immunitario contro eventuali attacchi di agenti patogeni. In particolare, i primi due componenti riparano la mucosa vescicale e la rafforzano, gli ultimi due hanno potere antinfiammatorio.

Assumere un integratore comporta sempre l’accompagnamento di buone abitudini, in particolare sulla tavola. Ecco i cibi da ammettere per la salute della vescica.

Cibi acidificanti

Il Pane, bianco e di farina di grano duro, pane di segale e di farina di segale; corn flakes, pasta all’uovo, fiocchi di avena, riso, spaghetti.

Fra i legumi: lenticchie secche e fagioli, alcune carni (manzo e maiale magro; bistecca magra o mista, tacchino, pollo e vitello). Fra i pesci: trota (arrosto o bollita), filetto di merluzzo e acciughe. Tra i formaggi e latticini optare per il camembert, cheddar, gouda e grana. Infine, tuorlo d’uovo, arachidi non trattate e noci.

Verdura e cerali: almeno una porzione a pasto per apportare vitamine, sali minerali e antiossidanti. Fra queste vanno anche inclusi il sedano e prezzemolo che svolgono una azione diuretica, l’aglio e la cipolla per le proprietà antimicrobiche e immunostimolanti. I cereali devono essere preferibilmente integrali.

Frutta: sono consigliati tre frutti al giorno, meglio consumati con la buccia, dopo averli ben lavati, fare caso ai colori per differenziare l’apporto di vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Condimenti: Olio extravergine d’oliva a crudo.

Quelli da ridurre

Il piccante può irritare la vescica. Ridurre Alcool, caffeina e teina; gli zuccheri, nutrimento per i batteri. Evitare condimenti elaborati, salse e anche insaccati.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.