Al Teatro Ringhiera di Milano va in scena la disabilità

Redazione 2 ottobre 2015 0
Al Teatro Ringhiera di Milano va in scena la disabilità

Hwnews, attenta da sempre al sociale e ai risvolti più personali della salute, vuole far conoscere ai propri lettori l’iniziativa “Amare il mio essere diverso”, organizzata dalla cooperativa sociale Assistenza Amica, che si è svolta il 24 settembre scorso presso il Teatro Ringhiera a Milano. L’evento ha visto una nutrita partecipazione e un grande coinvolgimento di pubblico.

Jacopo Casiraghi, Psicoterapeuta Sistemico e della Famiglia, è stato il moderatore dell’evento ed ha affrontato il tema della diversità nelle sue varie forme che tutti noi sperimentiamo quotidianamente. A seguire Casiraghi ha stimolato un costruttivo dibattito in merito alla campagna Toy Like Me, l’iniziativa ideata da tre mamme del Regno Unito che hanno deciso di proporre bambole e bambolotti diversamente abili per sensibilizzare adulti e bambini nei confronti della disabilità.

Il successivo intervento di Goffredo Bordese, Psicoterapeuta responsabile del Centro di Psicologia Clinica di Pavia, è stato preceduto da un interessante video dedicato alla percezione della diversità nella nostra società: è emerso che i bambini non sono influenzati dagli stereotipi che regolano il comportamento adulto e pertanto reagiscono in maniera più spontanea nei confronti delle persone diversamente abili. In numerose culture – ha proseguito Bordese – il diverso è considerato un tramite verso la divinità perché possiede una maggiore sensibilità.

La seconda parte dell’incontro ha raccolto le testimonianze di persone che hanno affrontato con successo situazioni di disagio.

La prima è stata quella di Stefano Pelliccioli, che ha raccontato il “ritorno alla vita” del figlio Samuel, entrato in coma nel 1996, a 21 anni, a causa di un incidente in moto. In seguito alle gravissime ferite ed al trauma cranico riportati, i medici erano pessimisti sulla sua possibile ripresa. Dopo sette mesi, ci fu però un primo segnale di risveglio: Samuel cominciò a parlare e due anni dopo, riuscì a camminare da solo. La gioia di riabbracciare un figlio, che sembrava perso, è tanto grande da dover essere condivisa: per questo papà Stefano ha fondato l’Associazione “Amici di Samuel” e la “Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico” a sostegno dei traumatizzati cranici, per fornire supporto morale e consulenza (legale, fiscale e previdenziale) alle famiglie ed attivare campagne di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti.

La seconda esperienza è stata presentata da Chiara Stoppa, attrice e regista che ha scritto ed interpretato a teatro un monologo autobiografico dal titolo “Il ritratto della salute” dove narra la malattia, le terapie, il dolore ed infine la guarigione da un tumore molto aggressivo, il linfoma di Hodgkin: “Quando i medici mi dissero che avevo pochi mesi di vita, iniziai a pensare a cosa dire ai miei amici, alle persone a me care, per un degno saluto. Poi decisi che era meglio alzarsi dal letto, era meglio stare meglio, era meglio vivere…” “Il giorno del debutto mi hanno chiesto: “Quando sei guarita?”. Io ho risposto: “Adesso”. Il fatto di averne scritto ha radicato in me la guarigione”.

Dopo un piacevole break, la compagnia ATIR, Teatro Ringhiera, ha presentato “GLI SPAZI DEL TEATRO” un coinvolgente spettacolo che ha visto la partecipazione di educ-attori e portatori di disagio psico-fisico, impegnati nella creazione di numerosi personaggi: il pubblico presente ha seguito con entusiasmo questa “lezione aperta” che ha dimostrato come è possibile intendersi al di là di ogni differenza di storia, salute, età, professione e condizione sociale.

Assistenza Amica è un’azienda attiva (da 15 anni) in tutta Italia nel campo del sociale che fornisce assistenza domiciliare alle persone anziane e disabili: si occupa principalmente del sostegno alle famiglie offrendo un servizio per l’appoggio domiciliare e di supporto. Assistenza Amica è presente sul territorio nazionale con diverse sedi a: Milano, Piacenza, Cremona, Lodi, Brescia, Pavia, a breve Roma e Bergamo.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.