Campagna contro l’abuso di alcool

Redazione 10 febbraio 2005 0

10/02/2005

Secondo una ricerca Eurisko appena pubblicata il 25% degli individui tra i 16 e gli 80 anni sono bevitori a rischio.

Secondo lo studio Eurisko, condotto in Italia per il Comune di Milano, è in aumento la tendenza al bere soprattutto fra le donne, ma significativi anche i numeri relativi al consumo tra i giovani. Risulta che il 10% dei 14enni beve superalcolici, e il consumo di alcool avviene soprattutto fuori pasto. Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna le regioni con il tasso alcolico più alto, e a livello nazionale la media per persona è di 7 litri di alcool puro all’anno.
Sul campione di 1500 individui tra i 16 e gli 80 anni, raccolto a Milano, i bevitori a rischio sono circa il 25%. La categoria è rappresentata da tre sottogruppi: le elites socioculturali, i giovani tra i 21 e 29 anni, le donne in età compresa tra i 45 e 54 anni e le giovanissime. Per quanto riguarda i comportamenti a rischio quasi la metà dei milanesi (46%) ammette di praticarne almeno uno dei seguenti:

  • il bere fuori pasto (34%),
  • l’eccesso nel consumo di alcool (15%),
  • la guida in stato di ebbrezza (25%).

Nel campione milanese, chi beve fuori pasto più spesso sono proprio i giovani e giovanissimi, compresi nella fascia 16-34 anni, in particolare la fetta 21-29 anni, tra i quali l’alcool, viene percepito come un “facilitatore” di altri comportamenti e soprattutto una droga economica che aumenta l’effetto di altre sostanze.

Lascia un commento »

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.